Quello che tu non vedi

"Quello che tu non vedi"  appartiene al genere drammatico dal Regista Thor Freudenthal

Tratta il tema della schizofrenia sullo stile "beautiful mind" portando lo spettatore dentro la mente del protagonista : un adolescente che vive tutte le sfide della sua età con l'aggravante della sua malattia

il regista decide di descrivere l'ancora attuale pregiudizio nei confronti delle malattie mentali a confronto delle malattie fisiche e prova a separare la persona dalla sua malattia

Di seguito un paio di discorsi del protagonista che ci portano bene dentro questi due temi:

"In un primo momento non l'ho voluta vedere come un fallimento però non era così facile...

mi cominciavano a guardare in modo diverso, come se avessero paura di me

Potevo fare qualsiasi cosa ma non vedevano il me che vedevano prima,

ma ho Lasciato che andasse così, sono diventato spettatore della mia vita,

questo mi è sembrato il vero fallimento"

"Al liceo c'era una ragazza cui era stato diagnosticato un tumore alle ossa, prima che morisse hanno fatto venire una boy band a scuola affinché pranzasse con lei, tipo ultimo desiderio

È stato molto commovente

Però mi ha fatto pensare:se sei un ragazzo con il tumore la gente non vede l'ora di venirti in soccorso, sono ansiosi di esaudire qualsiasi desiderio tu abbia, ma quando sei schizofrenico non vedono l'ora di farti diventare il problema di qualcuna altro "

Davvero consigliato 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

9-11-2021
"Joker"

"la cosa peggiore di avere un disturbo mentale è che gli altri si aspettano da te che ti comporti come se non ce l'hai"

Ottimo lavoro del regista #Toddphillips
Trovo una eccellente riproposizione del disagio mentale acuto e grave, magistrale interpretazione di #joaquinphoenix

La chicca della scena improvvisata la dice lunga...

Mi sono infatti ritrovata anch'io catapultata nel delirio del protagonista e parteggiavo per lui...

Da professionista del disagio mentale, è assolutamente importante cercare di arginare lo stigma sociale che circonda le persone con patologia....

Sulla falsa riga di #aranciameccanica di #stanleykubrick questo film ci ricorda che spesso abbiamo perso l'umanità, aspettandoci indistintamente comportamenti stereotipati, annullando l'individualita nella maggior parte dei casi, peggiorando delle patologie in altri.

#wearealljoker #thatslife

 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

18-1-2020
"Tutto il mio folle amore"

su questo film, tutte le parole sono superflue.

mi piace citare

"la felicità non è un diritto, ma una botta di culo"...

Ma con quello che ci è capitato bisogna imparare a convivere ...

"Vedendo la felicità anche dove non c'è"

Splendido e commovente film di #gabrielesalvatores

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

18-1-2020
"Hammamet"

Cinema e psicologia

La prima cosa che mi ha colpito è stata la lentezza voluta dal regista che, anche attraverso questa narrazione statica, ha ben descritto la solitudine del potere, del narcisismo, della totale assenza di empatia.
A me è piaciuto molto, gli unici aspetti emotivi della vita di craxi in questo film sono rappresentati dai rapporti cn figlia e nipote.
L'una spinta da una voglia di paterno mai colmata, l'altro spinto da un bisogno di costante approvazione.... Ci racconta due aspetti dell'amore, la cura e il compiacimento, entrambi completamente ignorati dall'egocentrismo.
Complimenti ad Amelio e allo splendido e versatile Favino!

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

18-1-2020